Portogruaro

Il fascino di antiche residenze nobiliari veneziane e di un fiume di risorgiva

Il fascino di un fiume e di antiche residenze nobiliari veneziane.

Portogruaro, conosciuta anche come la “piccola Venezia di terraferma”, è un’elegante cittadina a meno di trenta chilometri dalla spiaggia di Bibione e Caorle, dove è possibile trascorrere una piacevole giornata passeggiando pedalando lungo portici di antichi palazzi veneziani e rinascimentali, fare shopping negli eleganti negozi del centro o tra le bancarelle di un mercato dalla tradizione plurisecolare, fermarsi a pranzo lungo il fiume e ammirare gli affreschi nascosti in antiche chiese.

Per scoprirne le bellezze è necessario visitarla con il naso all’insù. Solo così si possono ammirare, in tutto il loro splendore, le facciate degli antichi palazzi: i loro molteplici stili architettonici, dal romanico al gotico al veneziano, rispecchiano una lunga storia legata prevalentemente alla Serenissima Repubblica di Venezia. Palazzi e androni dove si contrattava, si facevano affari, si comprava e vendeva ogni genere di bene che arrivava direttamente dal porto fluviale. La vera ricchezza della città.

Portogruaro deve infatti molto alla sua posizione geografica: sorge a pochi chilometri dal mare Adriatico a cui è collegata dal fiume Lemene. Un fiume il cui letto era navigabile e le imbarcazioni - i tradizionali “squeri” veneziani dal fondo piatto - partendo da Caorle potevano arrivare sino al centro della città per scaricare le merci e consegnarle nelle Contrade. Le stesse che oggi si chiamano Borgo San Nicolò e Borgo San Gottardo a nord e, a sud, Borgo Sant'Agnese e Borgo San Giovanni.

Giornate ideali per raggiungerla e visitarla in bicicletta sono il giovedì, quando le due principali vie del centro si animano con le storiche bancarelle del mercato e il secondo sabato del mese quando viene allestito il mercatino dell’antiquariato.

Da Portogruaro poi, grazie al percorso ciclabile Gira Lemene si possono raggiungere località come Gruaro, Sesto al Reghena e la meravigliosa Abbazia Benedettina di Santa Maria in Sylvis, i Prati Burovich collegati con un ponte sul fiume Lemene all’antico Mulino di Stalis, un posto di inaspettata bellezza, la Fontana di Venchiaredo, dove presero ispirazione Ippolito Nievo e Pier Paolo Pasolini, la località Portovecchio che custodisce la meravigliosa Villa Bombarda, Cordovado, eletto uno dei borghi più belli d’Italia, la romanica Concordia Sagittaria e, lungo le anse del fiume Lemene, infine la località turistica di Caorle.

 

 

Portogruaro in bicicletta: itinerari e percorsi consigliati