Caorle

Infinite suggestioni tra storia, tradizioni e natura.

Caorle offre diversi itinerari ciclabili per respirare una natura magica capace di indossare abiti diversi ad ogni svolta, ad ogni nuovo sguardo. Questo perché è la natura stessa a disegnare i suoi confini. Provate ad immaginarvi, sulla vostra bici, mentre percorrete i 18 chilometri di spiagge, ammantati dal sole che si riflette nelle acque del mar Adriatico, risalire gli argini intessuti del blu dei fiumi Lemene e Livenza, ammirare gli ambienti lagunari, della Brussa e della Valle Vecchia, esplorare un entroterra alla ricerca di quei vivaci riverberi che si rincorrono tra le vigne dove nascono vini Doc conosciuti in tutto il mondo.

Caorle però non è solamente sinonimo di natura, ma di una storia plurimillenaria. Nata come villaggio di pescatori in epoca preromana, accompagna il turista in un viaggio culturale sino al dominio della Serenissima Repubblica di Venezia: reperti e monumenti di pregio si alternano alle usanze pescherecce ed artigianali. Il tutto senza rinunciare ai piaceri di una ricca tradizione enogastronomica legata anche al suo entroterra. Piatti e vini da degustare in tipiche osterie e trattorie dove, anche un aperitivo con i classici cicchetti, si può trasformare in un piacevole sosta per ricaricare le energie.

Ed è proprio l’antico borgo peschereccio a rappresentare il vero cuore della cittadina caratterizzato, ancor oggi, da un suggestivo dedalo di calli e campielli, da abitazioni dai colori brillanti che si affacciano sulla piazza che ospita l’edificio più antico ed importante della località, il Duomo affiancato dallo splendido campanile cilindrico dell'XI secolo, in stile ravennate e alto 48 metri. Un centro storico che custodisce anche la chiesa della Madonna dell’Angelo, una piccola cappella settecentesca posizionata sulla cima della scogliera di roccia; frangiflutto meritevole di una sosta perché trasformato, ormai da anni, in una galleria di sculture marine a cielo aperto. Monumenti che tracciano già di per sé un itinerario ciclabile ricco di arte e storia, ma anche di emozioni e testimonianze dell’antica tradizione peschereccia grazie alle caratteristiche abitazioni che puntellano il canale Nicesolo e l’Isola dei Pescatori. Saranno gli inafferrabili e mutevoli paesaggi della laguna, con i suoi meravigliosi colori e suoni, con i voli di aironi e gazzelle, ad accompagnarvi alla scoperta anche della vicina colonia romana, Concordia Sagittaria, e di Portogruaro, la “piccola Venezia di terra ferma”.

Scegli tra gli itinerari ciclabili proposti, come vivere una giornata in famiglia alla scoperta di una storia millenaria, di una natura rigogliosa, del più esteso tra i tratti di spiaggia non urbanizzata dell’alto Adriatico, la ValleVecchia, considerata come una sorta di “terra di mezzo” tra oriente ed occidente.

 

 

Caorle in bicicletta: itinerari e percorsi consigliati