La Litoranea Veneta e i Casoni di Prati Novi

Dove lo sguardo corre sino alle montagne.

Si tratta di un itinerario pieno di suggestioni che iniziano già percorrendo la ciclabile in uscita da Bibione. Sulla sinistra, tra i cespugli, si può scorgere a filo d’acqua una meravigliosa macchia rosa, uno stormo di fenicotteri che proprio nelle valli da pesca, Valgrande e Vallesina, trovano riparo. Proseguendo dal ponte di accesso a Bibione verso ovest, si imbocca una strada asfaltata che fiancheggia da un lato l’idrovia della Litoranea Veneta e l’habitat lagunare incontaminato della Valgrande e della Vallesina, dall’altro i campi e le risaie di Terzo Bacino, con la sua storia di civiltà contadina che continua ancora oggi.
Un percorso che, avvolto da una silenziosa campagna, arriva sino ai casoni in località Prati Novi, raggiungibili attraverso una strada sterrata. E qui è veramente d’obbligo una sosta, non solo per ammirare i casoni con tutto il loro fascino, ma per lasciar correre lo sguardo sulle acque lagunari, puntellate da gallinelle e aironi, tra corsi d’acque delimitati da barene e canneti, gli stessi che venivano usati dai pescatori per costruire i tetti dei casoni. E a far da capolino le vette ancora innevate delle prealpi. Un itinerario alla portata di tutti, percorribile con city bike come mountain bike; da evitare le ore più calde della giornata e munirsi sempre di acqua.

INFO PERCORSO

Lunghezza: andata e ritorno 23 Km
Difficoltà: bassa
Durata: 3 h circa a seconda dell'andatura

 

Bibione_litoranea_casoni